“Tutte insieme appassionatamente” un concerto pianistico delle sorelle Zampa

Un  pianoforte per quattro

Gli studi e il senso della musica classica, la cultura familiare e la disciplina. Le ragazze di Bellinzona (dai 7 ai 16 anni), si misurano col loro talento. La performance di domenica 25 marzo a Villa Pallavicini, inaugura le attività del Progetto ClassicAperta 2018.

“Una sonata per pianoforte a otto mani, ovvero 40 esili dita che accarezzano insieme la tastiera, dita autorevoli ma percorse da una luce musicale, accesa certo dallo studio metodico, ma anche dall’istinto e, soprattutto, dall’energia giovanile. Perché stiamo ascoltando quattro sorelle al pianoforte, le quattro sorelle Zampa cittadine svizzere con origini italiane. E già questa sarebbe una notizia, ma l’età delle quattro ragazze di Bellinzona valorizza ancora meglio, se possibile, la qualità delle loro performance: sì perché Caterina, Maria Adele, Amalia e Margherita Zampa hanno rispettivamente 16, 14, 9 e 7 anni!  Le ascolti, poi le guardi, ci parli  e sembra di trasferirsi nell’aula di un Conservatorio, o magari al Concorso Svizzero presso la Salle de Musique di La Chaux de Fonds dove le sorelle Zampa hanno raccolto allori.  Come conciliare, a questa età, gli studi scolastici con quelli musicali e con uno stile di vita da giovani? Ebbene le ragazze Zampa, a quella della selezione, hanno preferito la strada dell’inclusione: tre su quattro suonano l’arpa (come la mamma ndr), Caterina è al secondo anno di Liceo Scientifico, Maria Adele in terza media, Amalia e Margherita alle elementari. Fra un viaggio e l’altro (Londra, Stati Uniti, ecc.)  le ragazze si ritagliano qualche spazio per gli amici e qualche curiosità per la musica moderna. Ma certo, due tre ore di lezioni di piano al giorno, lo studio delle lingue, la danza classica…
Le giornate volano, e le quattro sorelle Zampa sembrano afferrarle al volo, come farfalle….

Il concerto

Così, nell’incantevole cornice di Villa Pallavicini, le bionde pianiste elvetiche proporranno l’esecuzione di un Programma di Sala quanto mai vario e interessante: si va dalla Suite Inglese e Il Clavicembalo ben Temperato di j.S. Bach a la Ballade e Scherzo di Chopin, quindi dopo una delle Danze Ungheresi di Brahms, una serie di brani di grandi autori, scritti per quattro mani: L. Van Beethoven Sonata op.6; G. Bizet da Les Jeux d’Enfants, Le Bal; D. Schostakowich Waltz op. 95. E infine la chiusura epica con la sonata Les Noces d’Argent di C. Chaminade, una delle rare partiture esistenti scritta per quattro mani! Naturalmente le quattro sorelle Zampa si alterneranno al pianoforte e, altrettanto naturalmente, sarà un successo.

Ingresso gratuito fino esaurimento posti, è consigliata la prenotazione su Eventbrite.