Alberto Serrapiglio

Diplomato in Clarinetto presso il Conservatorio di Milano col M. P. Borali, in Saxofono al Conservatorio di Brescia, in Musica Jazz e Musica Elettronica al Conservatorio di Alessandria, si è laureato in Musicologia presso l’Università di Cremona. Docente in ruolo di clarinetto presso il Conservatorio di Milano, dove insegna anche clarinetto basso e coordina le classi di Clarinetto.

Ha collaborato in stagioni lirico-sinfoniche con le Orchestre del Teatro alla Scala, Filarmonica della Scala, Maggio Musicale Fiorentino, Orchestre Sinfoniche della RAI di Milano e Torino, Sinfonica di Sanremo, Orchestra Regionale Toscana, Orchestra Filarmonica Italiana, Orchestra dei pomeriggi musicali. Ha partecipato, come primo clarinetto e sax tenore, alla tourneé che l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino ha effettuato in Giappone nel 1995 nelle più importanti città nipponiche.

Il Maestro Alberto Serrapiglio, coordinatore e direttore del Laboratorio di World Music

Dirige l’Adami Clarinet Choir del Conservatorio di Milano col quale ha partecipato al primo European Clarinet Festival a Kortrijk (Belgio) nel 2010, nel ruolo anche di solista, e allo Swiss Clarinet Festival a Lucerna nel 2013 con Paolo Beltramini nel ruolo di solista. Con questo ensemble ha diretto solisti di fama mondiale quali S. Kam, W. Fuchs, K. Leister, P. Schmidl, C. Palermo, P. Cuper, M. Rericha. R. Morales.

Ha partecipato al terzo European Clarinet Festival a Ghent nel 2013 con l’8 Bass Clarinet, fondato insieme a S. Cardo, con il quale ha condiviso l’attività didattica dei Master di I e II livello di Clarinetto Basso attivati presso il Conservatorio di Milano.

Da anni si occupa anche del rapporto fra lo strumento solista e le nuove tecnologie, sia come esecutore che come compositore-esecutore. Recentemente ha inciso un CD dal titolo CONTEMPORARY LANDSCAPE per clarinetto basso solo ed elettronica.

Attivo anche nell’ambito delle performance legate alle arti visive sull’artista tedesco Joseph Beuys con un progetto con il pianista Marco Rapattoni con il quale ha effettuato numerose performance musicali in diversi luoghi in Italia e all’estero, fra le quali: Venezia, Biennale d’Arte; Milano, Teatro Out Off; Parigi, Maison de l’Italie.

Da anni è altresì molto attivo nell’ambito della World Music.

Nel 2014 ha diretto la World Music Orchestra del Conservatorio di Milano in un concerto tenutosi presso l’Università di Milano Bicocca con Fabrizio Meloni nel ruolo di solista per MITO Festival.

Ha diretto alcune orchestre multietniche formate da musicisti provenienti dai diversi continenti per le quali, oltre al ruolo di direttore musicale, svolgeva anche il ruolo di arrangiatore. Ha diretto dal 2013 al 2016 l’Orchestra dei Popoli, formata sia da allievi del Conservatorio di Milano che da giovani musicisti di diversa nazionalità (italiani, rom/sinti, africani, peruviani, filippini, libici, marocchini, australiani, libanesi, guatemaltechi) in numerosi concerti presso istituzioni prestigiose quali: l’Auditorium “Gaber” di Milano; Auditorium del Museo del Violino di Cremona; Sala Verdi del Conservatorio di Milano; Auditorium di Largo Mahler; Castello Sforzesco, ed altri ancora

L’Orchestra dei Popoli, sotto la sua direzione, è stata altresì invitata ad aprire il festival Latino Americano del 2016 al Forum di Assago. Con questa orchestra ha inciso un Cd dal titolo “MESCLAMUNDI”.

Ha diretto in due concerti a Milano (Palazzina Liberty) e Cremona (Palazzo del Comune) Alaa Arsheed, un violinista siriano fuggito dalla Siria, in un brano, del quale è anche autore, per violino e orchestra d’archi.